lunedì 29 ottobre 2007

Il divano: dichiarazione di intenti


Circa due anni fa avevo un blog su my spaces, ebbe vita molto breve, su di esso già parlavo ,me ne vanto, del parlamento pulito, dei farmaci mortali; insomma una piccola succursale del Grillo pensiero.........
Quel Grillo che, all' epoca, riempiva i palazzetti di tutte le città d' Italia ma che, nonostante tutto, restava ancora per "pochi" e, a me, è sempre piaciuto essere in pochi.
Adoro il comico genovese, ne sono totalmente affascinato , sono registrato al suo sito, mi sono iscritto al suo vaffanculo day......lo seguo e lo seguirò sempre!
In molti leggendo il divano si aspettavano una copia di quel piccolo blog o che, almeno, ne seguisse la scia.Il divano ne vuole essere una particolare evoluzione......può parlare di De Magistris e Mastella, ma di sua volontà se ne sbatte, può parlare della demagogia di Di Pietro e Fini, ma se ne fotte, può parlare di Berlusconi, preferisce ignorarlo;
Trovo in questo momento storico della mia vita che parlare del mio coinquilino che, culo all'aria, guarda il sifone otturato dell nostro lavello sia molto più interessante.......figuratevi un po'.Oppure preferisco ,come ho fatto con Adele, cedere la parola ai miei amici, che tramite le loro esperienze, parlino di ciò che li appassiona, che li affascina.
E se qualche volta parlerà di cose "moralmente più importanti" lo farà, scusate l'arroganza, in modo diverso più critico senza seguire la massa, senza perdersi o mischiarsi nella folla.
Il divano si pone questo intento, è nato con questa idea.......spero che piaccia come piace a me.

11 commenti:

Anonimo ha detto...

Mario,mi trovi pienamente daccordo.Penso che ci si debba porsi sempre in maniera critica dinanzi a tutto ,altrimenti si corre il rischio di banalizzarsi,seguire la massa o il filone di pensiero del momento senza averne uno proprio.Anche io ho sempre seguito Grillo e continuo ad ammirarlo,ma nn miticizzo nessuno.Ady

Anonimo ha detto...

Questo tuo ultimo post nn mi piace!x carità è scritto benissimo ma sempre la solita minestra:politica!sembra quasi ke nn esista più nulla di cui parlare o criticare;x colpire l'immaginario collettivo basta attaccare un politico e il gioco è fatto.credo ke il tuo blog voleva essere qualcosa di divertente da condividere con amici,con post scherzosi e piacevoli da leggere.ora sembra il sito di beppe grillo troppa morale troppe frasi fatte tutto troppo obsoleto.un consiglio?sii più leggero il tuo blog sarà letto con più piacere. baci

Anonimo ha detto...

Il blog di Mario e' leggero piacevole mai scontato nn banale!forse l'anonimo nn e'riuscito ad entrare nella filosofia del blog.Quello di Mario e' calato nella sua vita ,nel contesto del quotidiano,e'una diagonale nel sociale,viva e sprezzante.Nn la solita minestra.Nn e'la succursale di grillo,che stimiamo!Giusto equilibrio,CARO ANONIMO!!!!!!!!!

Mortasio ha detto...

Anonimo,mi dispiace,ma nn hai capito niente,infatti hai criticato mario usando come argomento le stesse cose che lui ha detto. Quando leggi nn partire subito a razzo/cazzo,ma leggi attentamente cio ke c'è scritto,onde evitare ulteriori figuracce.
EL TOMMY

Pablo ha detto...

il divano sociale...
ognuno parla di ciò che vuole l'importante e riuscire a trasmettere qualcosa...noto con mio sommo dispiacere che qualcuno non è in grado di capire il senso dei tuoi post...forse sbagli punteggiatura??????

By ha detto...

Ma basta con questi anonimi...
Lasciatelo postareeeeeeeee,
con la tastiera in manooooo,
lasciatelo postare un argomento piano pianooooooo,
lasciateloooo postareeeeeeee,
perchè ne siamo fieriiiiiii,
lui è Marioloneeeeeeeee,
un amicone vero.

Anonimo ha detto...

Nel momento in cui vi è la nascita di qualcosa,qualunque sia la sua natura,arriva il momento in cui ci si pone la prima domanda.Prima domanda che riscopriamo,in quanto antecedente all'atto stesso della nascita.Alcune di queste nuove "cose" piacciono,altre no.Di alcune ci se ne innamora,altre è possibile odiarle.Ma nn di tutte è possibile comprenderne il sentimento.Il senso del senso.
Del senso del senso del senso.
Anche a me piace il tuo divano Mà.
Stà

Anonimo ha detto...

Tra leggerezza e banalita'c'e' un limite sottile e Mario col suo blog riesce sempre ad essere interessante,vivo ,piacevole .........Vai cosi' Mario,ci vediamo al prossimo post.ady

Anonimo ha detto...

Lou ha detto:
Io nn ho capito se volete sre + leggeri e spensierati o + impegnati e riflessivi..... Xkè x es. la parola "POLITICA" fa csì paura, suscita tanta diffidenza... la politica cn la P maiuscola nn la fanno i partiti ma le xsone k analizzano la realtà, k fanno scelte, k propongono alternative.
Xciò fatemi capire meglio o indicatemi ql'è la vs. sintesi. SEGUE

Anonimo ha detto...

Lou ha continuato a dire:
Siamo sopravvissuti ai terribili anni 80, gli del vuotismo, e roa c'è qlc1 k si lamenta se si parla d "cose importanti"???
ma kest sò còs' 'e pazz!!!!!!!!!!!!
c v'rìmm alla prossima
Ccià
Lou

Cesca ha detto...

Marioloooone .. son d'accordo con te .. un po' meno con la critica che ti e' stata avanzata ..
muah :)